Quel Volto … e me ne innamorai

“Ti sei sforzata di vedere sempre il mio volto nel volto di chi sul tuo cammino hai incontrato e non hai esitato a mettere in gioco te stessa senza egoismi, pur di seguire ciò che attraverso il tuo cuore ero io a comandarti. E’ giunto il giorno che tu, Veronica, veda il mio volto di resurrezione perché ancora fedelmente mi hai seguito e laddove chiunque ti direbbe folle nelle tue congetture io ti dico Beati i puri di cuore perché vedranno Dio.
[…]
Quel volto d’uomo che esalava il suo nuovo respiro di resurrezione la incatenava per farla libera e i loro occhi si cercavano in un bisogno perpetuo di amore e castità di cuore che può solo essere vissuto per essere compreso.
Era Gesù e le sue ferite non erano sanguinanti perché la Luce lo stava guarendo in quello stesso istante che il Padre lo riportava in vita e Lui, nel corso dei secoli, avrebbe guarito nel bisso quanti avrebbero aperto il proprio cuore al suo Amore.”

da I GIORNI DEL SALE – 2016

Se scegliamo di intraprendere un cammino spirituale che ci avvicina al Volto Santo di Gesù permettiamo alla Sua Luce di guarire le nostre ferite più segrete, quelle che nessun palliativo materiale potrà mai farci né dimenticare né guarire. Il primo passo per fare questo è <accogliere> un messaggio, un segno, leggere tra le righe del nostro cuore qualcosa che va al di là del solito smorto desiderio carnale sopravvissuto, seppur perduto, in ere glaciali che si direbbero immutabili.

Gesù vuole a sé i peccatori, quelli che dalle proprie ceneri vogliono ripartire per costruire insieme ad altre anime un mondo migliore… Gesù vuole darci una nuova opportunità per rinascere ed essere persone migliori perché
“fino alla fine lo vorrò salvo.”
Tu digli soltanto SI e non preoccuparti di altro, affidati e fidati di chi verrà mandato a te nella tua vita, affinché in te possa compiersi il mistero della salvezza della tua anima, da tempo divorata. Non dobbiamo perdere questa battaglia e ancor più non dobbiamo esimerci dal combatterla!
L’Armonia del mondo è il progetto d’Amore di Dio e noi, fluttuanti come stelle nell’universo abbiamo fino all’ultimo respiro per compierla e vincerla!

Sii coraggioso. Ama.


Con l’affetto di sempre,
Daniela S.

7 pensieri riguardo “Quel Volto … e me ne innamorai”

  1. Quel Volto è un mistero!Io sono convinto che sia il vero Volto di Cristo.Per gli studi che vi sono stati condotti.Per la mancanza di pigmenti,per il realismo sovrumano,per il tessuto che lo compone.Ma anche per tante “coincidenze” che tali non sono!Il Volto della Sindone,il Volto Santo di Cotonou,il Volto Santo della medaglietta data da Maria alla Beata Pierina De Micheli…e dulcis in fundo,il Volto del Cristo benedicente della vera,originale immagine “Gesù Confido in Te” come Santa Faustina Kowalska lo fece dipingere!

  2. Quel Volto Santo lo possiamo trovare (o ri-trovare) in qualsiasi persona noi incontriamo, perché anche chi in apparenza non impersonifica la sofferenza o il bisogno altrui è sempre e comunque Volto di Cristo e come tale va accettata/o e presa in considerazione: certo, non è un viaggio semplice se ci poniamo dinnanzi ai nostri innati egoismi ancestrali, ma se abbiamo il dono e la grazia della “Fede” o per lo meno del buon senso, è un cammino che possiamo fare e che siamo tenuti a fare come degni cittadini di questo mondo nel quale ci troviamo a transitare. Mi è piaciuto molto il tuo post e ho percepito la tua sensibilità, grazie di cuore. Carlo

    1. Grazie a te Carlo, io sono felice quando a leggermi sono anime vestite di sensibilità, perché ci sono dettagli che solo un occhio che guarda con fede può vedere. Daniela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.